"Una lezione di economia teatrale, non solo materiale ma anche filosofica, viene dal regista Pierluigi Cassano. (...) La coerente unità dello spettacolo è fuori discussione: nessun ingombro o dispendio di costruzioni, molta abilità nel muovere macchie di colore - nell'ambientazione notturna - fra soffusioni di luci e fluttuare di tessuti variopinti; qualche movimento mimico sul fondo, misterioso in una penombra che sembra sparire in un infinitamente lontano, e che avrebbe invece confini ben più prosaici nei pochi metri quadrati di palcoscenico."
Francesco Lora, Gli amici della musica


PIERLUIGI CASSANO nasce nel 1974 a San Severo (Foggia). Nelle località turistiche del Gargano inizia giovanissimo a prodursi come animatore e cabarettista. Trasferitosi a Modena nel 1992, dirige poi per circa dieci anni la compagnia teatrale semiamatoriale “Il Nodo” (fondata nel 1978 dalla poetessa Milena Nicolini), con cui realizza numerosi spettacoli, spesso anche interpretandoli, in particolare adattamenti de Le baccanti, di Amleto, di Rumori fuori scena e del musical Fiddler on the roof (Il violinista sul tetto). Dal 2017 vive a Milano.

Nel 2002 si laurea con lode al DAMS di Bologna e si specializza poi nella regia del teatro d’opera al seguito di registi come Beppe de Tomasi, Riccardo Canessa, Paolo Panizza, Artemio Cabassi, Patrizia Di Paolo, Maura Ippoliti, Ludek Golat, Victor Garcia Sierra, partecipando alle attività della Fondazione “Toscanini” di Parma, dell’Associazione “Spazio Musica” di Orvieto, dell’ATER (Associazione Teatri Emilia Romagna), del Teatro Comunale "Pavarotti" di Modena, del Teatro Regio di Parma, del Teatro Comunale di Bologna, e collaborando con l’Associazione “Fantasia in RE” di Reggio Emilia, l’Associazione “Nausica opera international” di Parma, l'Associazione "Ritorno all'opera" di Imperia, l’Associazione “Teatro dell’opera di Livorno”, l’“Accademia del teatro” di Cagli (Pesaro), l’Accademia musicale “Vivaldi” di Carpenedolo (Brescia), l’Istituto Superiore di Studi Musicali “Vecchi Tonelli” di Modena, le Associazioni “MO-MUS”, “Mutinaeventi” e “Appennino InCanto” di Modena, ERT (Emilia Romagna Teatri).

Sempre nel 2002 debutta come regista d'opera a Basilea (Svizzera) con Le nozze di Figaro. In seguito mette in scena diversi altri titoli (oltre a Le Nozze di Figaro anche La serva padrona, Don Giovanni, Il barbiere di Siviglia, L'italiana in Algeri, Cenerentola, La scala di seta, L'elisir d'amore, Don Pasquale, Lucia di Lammermoor, Norma, Nabucco, Attila, La traviata, Rigoletto, Il trovatore, Aida, La bohème, Tosca, Madama Butterfly, Manon Lescaut, Gianni Schicchi, Pagliacci, Cavalleria rusticana, Andrea Chénier, Savitri) in innumerevoli teatri delle province di Bologna, Modena, Reggio Emilia, Parma, Ferrara, Mantova, Verona, Padova, Treviso, Belluno, Venezia, Pordenone, Pavia, Brescia, Cremona, Bergamo, Milano, Torino, Alessandria, Asti, Cuneo, Biella, Genova, Imperia, Livorno, Arezzo, Grosseto, Pesaro, l’Aquila, Cosenza, distinguendosi in particolare con Rigoletto e Gianni Schicchi al Teatro delle Erbe di Milano, di nuovo Rigoletto al Castello di Tizzano (Parma) e poi al Teatro "Asioli" di Correggio (Reggio Emilia), Il barbiere di Siviglia al Teatro del Vittoriale di Gardone Riviera (Brescia), Il trovatore nella piazza monumentale di Lavagna (Genova), Don Pasquale a Cagli (Pesaro), Tosca al Teatro della Luna di Milano, di nuovo Il trovatore al Teatro "Alfieri" di Asti, Savitri di Holst al Teatro "Guardassoni" di Bologna, Cenerentola a Fontanellato (Parma) e a Nichelino (Torino), Don Giovanni all'isola d'Elba e a Salon-de-Provence (Francia), di nuovo Cenerentola al Teatro Comunale “Pavarotti” di Modena. Ottiene ottime recensioni di Piero Mioli e Claudia Mambelli ("L'opera"), Athos Tromboni e Francesco Lora ("Gli amici della musica"), Domenico Ciccone e Fabrizio Moschini ("Operaclick"), Elena Formica (“La gazzetta di Parma”), Roberto Busani.

È autore di testi narrativi e teatrali ma anche radiofonici, televisivi e cinematografici: in particolare ha pubblicato la raccolta “IDOLI e altri racconti fantastici” e scritto per la rivista multimediale "KULT underground" e per la trasmissione di RAI Radio Tre Cento lire. Nel 2001 si è perfezionato nella sceneggiatura presso RAI Serra, sotto la guida di Felice Cappa. Ha curato l’adattamento e la traduzione in lingua italiana, con versione ritmica dei testi delle canzoni, di vari musical (The Rocky Horror Show, Into the woods, A little night music, Fiddler on the roof, Grease, Legally blonde, Mamma mia, Moulin rouge). Per il compositore modenese Massimo Malavasi ha versificato le novelle L’amante di Gramigna di Verga e La Santa di Arra di Nievo, in occasione della celebrazione del centocinquantesimo anniversario dell’unità d’Italia.

Si dedica costantemente alla didattica teatrale e alla divulgazione musicale, tenendo corsi di recitazione in vari contesti, tra cui spiccano le scuole CID (Centro Internazionale Danza) di Parma e Labarts di Milano, e di avvicinamento alla musica (lirica e jazz) in collaborazione con il Comune di Modena e, sempre in Modena, con l'ARCI, la Biblioteca Civica “Delfini”, l’UTE (Università per la Terza Età), l'Associazione "Nonsoloscuola" e l’ITI “Fermi”. Ha scritto un manuale sull’analisi del dialogo ad uso di attori e registi in via di pubblicazione.

Nel 2004 fonda la “Compagnia dei Naufragati”, una formazione variabile composta essenzialmente da dilettanti, con l’intento di realizzare spettacoli a budget limitato ma liberi dai vincoli del teatro istituzionale. Con tale gruppo ha proposto una versione del Flauto magico per bambini, un adattamento del musical A little night music, vari testi autografi (a metà tra il poliziesco e il teatro dell’assurdo) e un altro musical ispirato a Sogno di una notte di metà estate, partecipando tra l’altro all’edizione 2004 del Festival UAI (Atti Unici Italiani), abbinato al Festival BOA di San Francisco (USA).

In ambito cinematografico nel 2005 è stato assistente di Marco Cercaci nella realizzazione del film storico L'ombra di Federico. Nel 2007 è stato protagonista del cortometraggio Marcel Plank di Nicolò Gianelli.

Occasionalmente esce dal backstage e torna alla ribalta come attore e cantante: tra i personaggi interpretati più di frequente e con più successo Dioniso ne Le baccanti, Oberon in Sogno di una notte di metà estate, Cascada ne La vedova allegra, Ambrogio ne Il barbiere di Siviglia, Vespone ne La serva padrona, Caifa in Jesus Christ Superstar, Tevye ne Il violinista sul tetto, Scott nel Rocky Horror Show, Rod in Avenue Q.

 

 

Scarica la biografia (.doc /.pdf)
Biografia ridotta per uffici stampa (.doc /.pdf)
Biografia ridottissima per uffici stampa (.doc /.pdf)

 

Scarica il curriculum dettagliato (.doc /.pdf)

 

Acquista "IDOLI e altri racconti fantastici"

 

 

 

 

Torna alla home page


by $teve